“Svezia e Finlandia mai nella Nato”: prosegue il ricatto del Sultano

“Finché ci sarà Recep Tayyip Erdogan come presidente della Turchia, la Turchia non dirà mai si all’ingresso nella Nato di Paesi che sostengono il terrorismo”. Parla in terza persona di sé stesso Erdogan nell’intervista rilasciata su Ntv.

E la frase da lui pronunciata è apparsa categorica: no deciso all’ingresso di Svezia e Finlandia nell’Alleanza Atlantica. Il presidente turco non ha apertamente parlato di Stoccolma ed Helsinki, ma è evidente il riferimento ai due Paesi scandinavi. Quando nelle scorse settimane il governo svedese e finlandese hanno ufficialmente dato il via libera alla domanda per l’adesione alla Nato, Erdogan ha subito posto un’importante barriera.

Per Ankara il problema è costituito soprattutto dalla Svezia, accusata di dare ospitalità ad alcuni membri del Pkk, il movimento curdo incluso dalla Turchia nell’elenco delle organizzazioni terroristiche. Dopo le prime rimostranze turche, da Washington l’amministrazione Usa si è detta ottimista e sicura che alla fine Erdogan avrebbe tolto il suo veto.

Le dichiarazioni di oggi hanno rivelato il contrario. “Non sono onesti o sinceri – ha dichiarato Erdogan con riferimento sempre a Svezia e Finlandia, con cui Ankara ha tenuto colloqui nei giorni scorsi – Non possiamo ripetere gli errori commessi in passato su Paesi che abbracciano e alimentano tali terroristi nella Nato, che è un’organizzazione di sicurezza”.

“Svezia e Finlandia mai nella Nato”: prosegue il ricatto del Sultano – ilGiornale.it

Supportaci e condividi sui tuoi social
Previous post Pisa, bimbo muore in agriturismo: è caduto su un vaso di vetro. Cosa è successo
Next post Mariupol, la denuncia del consigliere del sindaco: “I russi ammassano cadaveri in un supermercato”